Firenze: pietra angolare di una Nuova Era

Amare Firenze vuol dire gioirne ogni giorno nel viverla, vuol dire considerarsi dei privilegiati nel poterla vivere e darle vita, vuol dire ovviamente anche saperne identificare i difetti, ciò che non va per poterla migliorare, ma vuol dire, prima di tutto questo, essere consapevoli della sua identità storica, del ruolo che ha giocato per consegnare all’intera Umanità, un nuovo destino, un nuovo corso. Se noi ne siamo consapevoli, amarla e rispettarla sarà naturale; se ne siamo consapevoli, potremo insegnare a chi viene a visitarla, ad amare e rispettare Firenze per la sua straordinarietà storica e culturale.
Credo che chi fa il tassista, possa e debba farsi ambasciatore d’apertura, quasi fosse il direttore dell’overture di una grande opera teatrale, di questo ruolo che Firenze ha giocato, può e deve ancora giocare nella Storia.
Qui, nel parlare di taxi, provo a farlo (mi scuseranno i cultori della materia per eventuali imprecisioni):

Senza categoria