Meno Diciotti, più Britannia

Ma quale Diciotti, parliamo di Britannia! Il caso della nave Diciotti, è una classica operazione di distrazione di massa che va concretizzandosi secondo lo schema del divide et impera: si creano due fazioni antagoniste che litigano perdendo di vista sia il merito della specifica questione, che il quadro più generale entro cui essa si inserisce. […]

Intervento al convegno della TaxiEurope Alliance, TAXI TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

“Taxi e obbligo di servizio pubblico” 
Il servizio Taxi è sottoposto ad obblighi di servizio pubblico al fine di garantire continuità, universalità e copertura territoriale. Purtroppo, l’equilibrio economico del servizio taxi e di conseguenza l’efficienza del mercato della mobilità urbana sono ad oggi minacciati dall’entrata di nuovi player non soggetti alle stesse condizioni competitive. 
 […]

Il Governo Conte pare fare sul serio sulla separazione bancaria

Il Governo Conte pare fare sul serio su separazione bancaria (Glass-Steagall) e Banca per gli investimenti.  Chi mi conosce sa che dal 2001 peroro questa causa grazie all’influsso dell’economista e leader politico americano, Lyndon LaRouche (figura spesso mistificata, ma soprattutto ostracizzata dal complesso politico-culturale dominante), che nei decenni ha visto prima coalizzarsi intorno a sé […]

Sindacati forti-lavoratori forti, sindacati deboli-lavoratori deboli. Ecco perchè è folle per chi lavora non essere iscritto ad un sindacato

Soprattutto dopo gli anni ‘90, anni corrispondenti in Italia alla stagione della concertazione, il sindacato ha perso gran parte della sua credibilità. La reazione neo-liberista, consentita dal crollo del blocco sovietico prima, e dalla distruzione della classe dirigente della Prima Repubblica (quella del modello di economia mista pubblico-privato), ha trasformato il capitalismo regolamentato in capitalismo […]

SIAMO CIRCONDATI (E PENOSI!): CHE REGALO HANNO FATTO ALLE BANCHE RENZI-GENTILONI E LA UE!

Io offro servizi di trasporto. Qualcuno di voi vende spazi pubblicitari, altri lenti ottiche ad altissima precisione, altri ancora servizi medici, consulenze legali, fiscali, ecc. Immaginiamo se per legge gli alberghi o i ristoranti fossero obbligati ad offrire gratuitamente alla clientela il servizio taxi, però pagandolo ai tassisti – magari per risolvere l’annoso problema del […]

Medicine, trasporti e finanza trattati come delle cover?

  In risposta a: “Liberalizzazioni, lo scatto che serve per battere le lobby” di Giavazzi e Alesina   Chi scrive è quello che voi considerereste un lobbista, dal valore di circa 150mila euro – essendo questo il valore medio dell’investimento per una licenza taxi -, preoccupato da quelle che io considero una serie di (vere) […]

Banche: ecco perché il sistema occidentale è già fallito (indagine del Congresso USA)…

Mentre i massimi rappresentanti delle istituzioni finanziarie e politiche occidentali rassicurano sullo stato di solidità delle nostre  banche, dalla stessa Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America, ci arrivano le incontestabili prove circa l’irrimediabile fallimento del sistema finanziario occidentale. Se non bastasse lo stato comatoso della più importante banca della più potente economia europea, quella […]

Crack Cina? Tutte le borse mondiali stanno crollando per causa della Cina?

No sbagliato! Ma gli osservatori economici sono espressione semplicemente di una manifesta forma di sottosviluppo mentale della cultura attuale, oppure sono corrotti e rispondono ad uno spartito scrittogli da precisi interessi? Nel 2007/2008 con lo scoppio della bolla dei mutui subprime crolla l’economia mondiale. Da lì, il sistema occidentale ha fatto solo una cosa: salvare […]

Mentre i 37€ per gli immigrati sono un ammortizzatore pubblico mascherato, per ridurre davvero il debito pubblico dobbiamo prima… espanderlo! Ecco come.

  In questi giorni riflettevamo con un amico sul parziale riflesso positivo che aveva quella forma di sostegno pubblico in chiave assistenzialistica che avrebbero gli oramai famosi 37€ giornalieri che lo Stato italiano darebbe a profughi ed immigrati. Quei 37€ (o 30€ iva esclusa), infatti, entrerebbero nel sistema dell’economia reale impattando positivamente sulle strutture ricettive […]