Articolo in primo piano

Il sistema hamiltoniano di economia politica: come risanare l’economia reale senza fare ricorso ai tagli della spesa pubblica

Le dottrine economiche del liberismo e del marxismo-comunismo appartengono al filone filosofico aristotelico. Tuttavia, nonostante il sistema di pensiero prodotto da Aristotele abbia il vizio epistemologico della descrittività, con la pretesa di un’esaustività di chiusura che blocca le facoltà creatrici del pensiero[1], esso non presenta sicuramente, almeno in apparenza, il vizio del semplicismo. Le due… Leggi tutto »

Articolo in primo piano

Coronavirus: non è un complotto ma il fallimento di una società!

Il coronavirus ci sta raccontando quanto la nostra società, guidata non più da Governi ispirati dall’idea del Bene Comune, ma da élite finanziarie dedite al profitto a brevissimo termine, grazie all’indifferenza della stragrande maggioranza della società indaffarata solo nelle proprie cose, fosse marcia. Cinquant’anni di liberismo economico da una parte, fatto di indici di borsa pompati di liquidità, e paralleli tagli allo Stato sociale (sanità, istruzione, infrastrutture, previdenza, assistenza, sicurezza, difesa), e ambientalismo depopolativo dall’altra, fatto di disconoscimento della sacralità della vita umana e del suo ruolo primario nella grande scala gerarchica del Creato, abbiano creato il malefico mix per il disastro che in queste ore è sotto gli occhi di tutti. E per uscirne, più che ricostruire deresponsabilizzanti complotti, serve che le Nazioni riscoprano l’idea del Bene Comune, come fecero nel secondo dopoguerra, vero primus a cui devono ispirarsi nella gestione della cosa pubblica.

Articolo in primo piano

Siamo in un’economia di guerra: è giunta l’ora di tornare ad investire sugli Italiani, bypassando il patto di stabilità!

A parte le richieste di settore che tutti i comparti produttivi possano fare, c’è da rendersi conto che in un solo fine settimana siamo entrati in una situazione simile ad un’economia di guerra – con crolli medi dei fatturati del 70%, fino alla immediata chiusura delle attività -, che non può essere affrontata dal Paese… Leggi tutto »

Articolo in primo piano

Le piccole imprese rischiano l’inferno col Green New Deal

Mentre la Gran Bretagna si è slegata da ogni vincolo esterno che non sia quello del perseguimento del Bene Comune del proprio Popolo, l’Unione Europea che nega all’Italia la possibilità di sforare il patto di stabilità per ridare una casa ai propri terremotati, ma lo consente quando c’è da salvare una banca, rischia di diventare… Leggi tutto »

Articolo in primo piano

Pianeta e clima stanno benissimo!

Possiamo scegliere se diventare i più forti (e manipolati) sponsor a forme di tassazione etica idonee a distruggere la produttività e a ridurre la popolazione, così come abbiamo clamorosamente già fatto con guerre “umanitarie” giustificate su prove false diffuse dalla propaganda – qualche dubbio sul fatto che la maggioranza dell’opinione pubblica abbia assunto il ruolo… Leggi tutto »

Articolo in primo piano

Londra su Uber: troppi quesiti sono ancora senza risposta

Moderato entusiasmo per la decisione presa da Londra di non rinnovare la licenza a Uber, a tutela della sicurezza degli utenti. Moderatamente entusiasti perchè consapevoli della ricorribilità di questa decisione. Sono oramai anni, in realtà, che la deprofessionalizzazione dell’attività di trasporto persone, sotto l’egida della deregulation e del mito liberista, alla luce di quanto riportato… Leggi tutto »

Articolo in primo piano

In memoria di Lyndon LaRouche: un genio “fiorentino” ovvero la soluzione dell’oggi è sempre l’Uomo che opera nella Verità

Bad Soden, 16 novembre 2019. Avrei voluto fare questo discorso in memoria di Lyndon LaRouche in lingua inglese, ma alla luce delle persone che rappresento in Italia, visti i concetti già di per sé, purtroppo, non comuni, ritengo che il mio intervento possa essere più efficace se parlerò italiano. Ho conosciuto Lyndon LaRouche durante la… Leggi tutto »

Articolo in primo piano

#GretaThunberg e la folle promessa per il 2050

(Per chi preferisse ascoltare invece che leggere: https://youtu.be/VKb2L6dVJkY) Probabilmente Greta Thunberg è il personaggio di questi giorni e del 2019. Accolta come una guru intergenerazionale dal Papa, dai Parlamenti nazionali, dalle Nazioni Unite, forse Greta non si sarebbe mai aspettata di diventare una leader capace di mobilitare i giovani di tutto il mondo nei suoi… Leggi tutto »

Ancora su #Greta, tra manipolazione e frode scientifica

Questa manipolazione di massa “Greta”, mi indigna particolarmente, perché gioca con la vita di una ragazzina e la formazione culturale dei nostri figli, con ripercussioni pericolosissime per il futuro del genere umano. Non è una questione meramente accademica, ma concreta! Infatti, si instilla in intere generazioni l’idea anti-umana (aristotelica) per cui il Creato vada lasciato… Leggi tutto »